Elena Salem

Raccontare è un istinto, un bisogno umano. Uno dei modi attraverso cui pensiamo, sperimentiamo e costruiamo la nostra identità. L’avventura de "ll piacere di raccontare" è cominciata nel 2015 su Facebook. Ora siamo una realtà culturale digitale di oltre 350mila persone - tra FB, IG, i "Booklover" (gruppo FB) e il sito. Persone che condividono la passione per lettura, scrittura, arte, viaggi e cultura. E, naturalmente, solidarietà e attenzione al sociale. In fondo, la cultura è un immenso e corale racconto sulla vita. Le opere letterarie e artistiche non so che un tentativo di interpretare il significato dell’esistenza e, comunque, di dare un senso al nostro passaggio sulla terra. Sul sito troverai approfondimenti, occasioni di confronto, strumenti formativi, eventi culturali e molto altro ancora, come la Sfida creativa 2023. La nostra community si trova in ogni angolo del paese. Non viviamo soltanto nelle grandi città, ma anche nei piccoli centri e nelle isole.
BIOGRAFIA

Elena Salem

GIORNALISTA | SCRITTRICE | DOCENTE DI SCRITTURA | COACH DEL RACCONTO

Sono nata a Milano, ho una laurea in Filosofia, sono giornalista professionista, scrittrice e coach.

Nel 2015 fondato la community de "Il piacere di raccontare", una realtà culturale digitale di oltre 400mila persone.

Insegno Scrittura Creativa e sono consulente in progetti editoriali e di comunicazione, in particolare sull'arte del racconto.

Ho iniziato la mia attività professionale come giornalista, collaborando, tra gli altri, per cinque anni con il Corriere della sera. Poi ho fondato una piccola casa editrice, Bridge Editore, specializzata nella comunicazione d’impresa e sono stata per 4 anni Presidente Associazione Nazionale Piccoli Editori (AIPE) poi confluita in AIE.

La mia identità coincideva con il mondo dei libri e quando ho aperto Bridge desideravo fosse per sempre. Ma nella vita non tutto va come si vorrebbe e quando ho “ricominciato” in azienda ho avuto la sensazione di veder svanire i miei sogni.

Non mi ci è voluto molto per capire che mi trovavo di fronte a una nuova opportunità di guardare il mondo sotto un’altra prospettiva.

Nelle aziende in cui ho lavorato ho capito cosa significa far funzionare un’organizzazione complessa che trova la sua ragion d’essere se raggiunge i suoi obiettivi di business.

Ho ricominciato da EDS Italia, come manager della comunicazione, poi sono entrata nel team di management che ha portato alla ricostruzione di Poste Italiane, quindi ho lavorato in Alitalia, DHL Express Italia e all’Assessorato Attività Produttive Comune di Milano.

Nel 2014 ho pubblicato il mio primo libro di narrativa, "Puntini nell’universo", prefazione Umberto Veronesi, Ibis Edizioni, con il quale ho vinto il 1° premio al Premio Internazionale di Letteratura Città di Como 2015, sezione Racconti.

Dulcis in fundo, nel novembre 2022 è uscito il mio romanzo "Storia segreta di Angelica Li", ora opzionato dalla 11 Marzo Film per realizzarne una serie Tv.

Vivo a Milano con mio marito e due fantastici gattoni un po' svampiti. Adoro la campagna, in particolare i colli piacentini, dove mi rifugio nel tempo libero per stare a contatto con la natura.

Sono un’inguaribile lettrice. Amo cinema e TV, la compagnia degli amici, e trascorro molto tempo sul web per scoprire cosa c’è di nuovo.

Storia segreta di Angelica Li
ROMANZO

Storia segreta di Angelica Li

Il romanzo, pubblicato in novembre 2022, ha vinto: il Premio speciale della Giuria del Festival letterario di Cattolica, Premio Garfagnana in Giallo, il Premio della Critica di Grosseto e il Premio di Merito al Switzerland Literary Price.

"Storia segreta di Angelica Li" è un libro capace di toccare le corde più profonde, che non può lasciare indifferenti e che mette il dito in una delle più terribili piaghe della società moderna: la tratta degli esseri umani.

Ora il romanzo è stato opzionato dalla 11 Marzo Film – una delle più importanti case di produzione – per realizzarne una Serie Tv.

Puntini nell'universo
RACCONTI

Puntini nell'universo

Un'antologia di dieci racconti che ho pubblicato nel 2014, con cui ho vinto il Premio internazionale di Letteratura della città di Como, sezione Racconti. Il libro ruota intorno al senso della vita, in relazione alla morte, ma senza intento saggistico. È solo la prospettiva che cambia il modo di vedere le cose.

Ecco il trailer del libro.